Mecca-Ru

ll progetto è finanziato da Regione Lombardia e CCIAA di Brescia nell’ambito dell’Accordo di Programma e prevede una serie di attività nel campo della collaborazione scientifica-tecnologica, industriale e commerciale tra imprese italiane e siberiane.

L’area russa a cui il progetto si riferisce è il Distretto Federale Siberiano che copre circa il 30% del territorio dell’intera Russia e conta una popolazione di circa 20 mln di persone. La capitale amministrativa è Novosibirsk ma vi appartengono altre città importanti quali ad esempio Omsk, Tomsk, Krasnojarsk, Kemerovo, Irkutsk.

Il Distretto è ricco di risorse naturali che includono ad esempio 85% di tutti I depositi russi di piombo e platino, 80% del carbone e molibdeno, 71% di nickel, 69% del rame, 44% dell’argento, 40% dell’oro.

Circa il 18% di tutte le ferrovie russe appartengono a questo Distretto. Menzione di merito va fatta al sistema accademico di quest’area in quanto di estrema importanza per l’ideazione di nuove tecnologie e applicazioni destinate al settore meccanico.

I due convegni di Milano e Brescia, rispettivamente del 25 e 26 giugno 2012, hanno messo in luce la potenzialità del territorio del Distretto Federale Siberiano e le opportunità offerte alle imprese italiane. Sono stati il primo passo di un progetto denominato Mecca-RU che si estenderà sino a fine 2013 e che vede il supporto della Regione Lombardia e della Camera di Commercio di Brescia.

La partnership operativa è formata da Agenzia per la Russia, partner operativo coordinatore del progetto, Anima-Confindustria (Federazione delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica Varia ed Affine) e Consorzio Brescia Export.

I due incontri hanno riconfermato come le opportunità per le nostre imprese sono molteplici quali:

  • commercializzazione dei prodotti (impianti e tecnologie) sul distretto Federale Siberiano;
  • avvio partnership industriali in settori strategici per il Governo Federale russo facenti capo al comparto meccanico;
  • acquisizione di know-how dalle strutture scientifiche locali quali l’Accademia delle Scienze – branch siberiana.

Per l'anno 2012 sono previste attività quale seguito dei due convegni, in particolare:

  • sottoscrizione di un accordo di collaborazione tra Agenzia per la Russia e Accordo Siberiano allo scopo di facilitare lo sviluppo del progetto (entro il 15 luglio);
  • partecipazione di una delegazione istituzionale mirata del Distretto Federale Siberiano alla Fiera AIRET di Rimini del 6-7 settembre p.v. i cui rappresentanti interverranno all’evento denominato Focus Russia ciò perché l’area del distretto federale siberiano è fortemente vocato alla meccanica e in particolare all’aerospaziale;
  • missioni singole e di gruppo di imprese italiane in Siberia previste nei mesi di ottobre e novembre al fine di incontrare partner locali che intendono ammodernare le proprie strutture produttive e/o visitare l’Accademia delle Scienze per analizzare le potenzialità delle nuove tecnologie applicabili al comparto della meccanica;
  • missioni di imprese siberiane selezionate in Italia durante il primo semestre 2013. Ciascuna impresa italiana partecipante alle missioni in Siberia stilerà una sorta di graduatoria delle imprese siberiane incontrate di maggior interesse che verranno successivamente invitate in Italia per visitare le imprese.

 

Partner operativi del progetto

  • Agenzia per la Russia s.c.r.l. (coordinatore e responsabile attività in Russia)
  • Federazione Anima
  • Consorzio Brescia Export

A chi è rivolto

Imprese lombarde del comparto meccanico, con particolare riferimento a settori quali:

  • oil & gas (componentistica industriale: caldareria, pompe, valvole, ecc.);
  • edilizia (tecnologie per le costruzioni e per il comfort abitativo, per l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche);
  • tecnologie agro-alimentari (trasformazione di prodotti, conservazione, refrigerazione, produzione ecc.);
  • industria varia (movimentazione interna e finitura), packaging.

Obiettivi principali

Avviare e implementare relazioni di carattere industriale, commerciale e tecnologico tra il sistema economico lombardo e quello siberiano. In particolare, da una parte si dovranno soddisfare le esigenze delle imprese siberiane in nuovi impianti e macchinari e, dall’altra, le imprese lombarde avranno la possibilità di acquisire nuove tecnologie dal sistema scientifico siberiano per accrescere la propria competitività.

Attività previste

  • Raccolta dati e informazioni su comparto meccanico nel Distretto Federale Siberiano
  • Organizzazione di eventi di presentazione a Milano e Brescia
  • Identificazione macchinari e impianti di interesse per il comparto meccanico della Siberia
  • Aggregazione imprese lombarde interessate al progetto
  • Creazione schede tecniche di macchinari e impianti disponibili presso imprese lombarde selezionate
  • Realizzazione materiale promozionale di presentazione delle aziende lombarde selezionate (in lingua russa)
  • Organizzazione missioni di imprese e study tour presso le imprese siberiane
  • Organizzazione visite delle imprese lombarde interessate alle tecnologie innovative degli enti accademici siberiani
  • Organizzazione di study tour di imprese siberiane in Lombardia per visita alle produzioni
  • Disseminazione degli esiti e delle evidenze risultanti dalla collaborazione scientifica e industriale

Durata

Gennaio 2012 – Dicembre 2013

Note

Le aziende lombarde potranno beneficiare del finanziamento della Regione Lombardia e della Camera di Commercio di Brescia. La partecipazione è comunque aperta anche ad aziende dell’intero territorio nazionale che intendano sfruttare il percorso privilegiato che il Progetto MECCA-RU consente di sviluppare.